Le dimissioni volontarie di genitori lavoratori con figli minori di 3 anni sono efficaci solo se convalidate da parte dell’Ispettorato territoriale del lavoro, al fine di verificare che le stesse siano genuine e non imposte dal datore di lavoro.

Con la nota n. 862, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito modalità e tempistiche relative all’esercizio della revoca delle dimissioni rassegnate durante il c.d. periodo protetto.

Precisando che, le dimissioni costituiscono un atto unilaterale recettizio, la cui efficacia è condizionata al provvedimento di convalida dell’ispettorato territorialmente competente, ha chiarito in quali ipotesi è possibile revocare le dimissioni rassegnate durante il periodo tutelato.

In particolare:

  • È possibile revocare le dimissioni in un momento antecedente alla loro efficacia e dunque prima dell’emanazione del provvedimento di convalida presso l’ITL;
  • È possibile revocare le dimissioni in un momento successivo alla convalida ma antecedente alla decorrenza delle dimissioni stesse e quindi alla risoluzione del rapporto;
  • Qualora le dimissioni presentate siano state regolarmente convalidate all’esito della verifica della genuinità e abbiano prodotto l’effetto della risoluzione del rapporto, le stesse non potranno più essere revocate dal genitore lavoratore e il rapporto potrà riprendere unicamente con il consenso del datore di lavoro.

 

Per maggiori informazioni sul servizio di assistenza del lavoro e gestione Busta paga COMPILA IL FORM QUI SOTTO

oppure invia una e-mail a: infopaghe@cnapisa.it  specificando anche la denominazione dell’azienda, il codice fiscale ed il la sede della stessa

o chiama direttamente il centralino al numero: 050876111 e quindi il servizio di interesse.

 

Per consultare tutte le altre notizie riguardanti la sezione “LAVORO” clicca qui: News lavoro